AREA PAZIENTI E FAMILIARI

La riabilitazione nell'artrite reumatoide

La riabilitazione nell'artrite reumatoide

Numerose e recenti evidenze scientifiche documentano l’efficacia dell’approccio riabilitativo nel migliorare la qualità della vita dei pazienti affetti da artrite reumatoide.
Deve essere sempre ricordato, tuttavia, che qualsiasi tecnica riabilitativa non può sostituire la terapia farmacologica ma, al contrario, deve essere ad essa affiancata per ottimizzarne gli effetti terapeutici.
Negli ultimi anni ai farmaci più “tradizionali” si sono aggiunti i cosiddetti farmaci biologici, in grado di agire su alcune proteine che nell’organismo sano hanno la funzione di attivare le normali risposte infiammatorie, mentre nel paziente con artrite reumatoide scatenano l’infiammazione tipica della malattia.



CAPITOLO 1 – ESERCIZIO E ATTIVITA' FISICA
CAPITOLO 2 – TECNICHE FISIOTERAPICHE
CAPITOLO 3 – LA RIEDUCAZIONE DEI SINGOLI COMPLESSI ARTICOLARI

I video sono stati realizzati grazie alla consulenza e alla supervisione del dott. Marco Cazzola, Unità Operativa Medicina Riabilitativa, Azienda Ospedaliera “Ospedale di Circolo” Busto Arsizio, Presidio di Saronno e della dott.ssa Tiziana Nava, Referente Nazionale del gruppo di interesse specialistico della riabilitazione reumatologica, Associazione Italiana Fisioterapisti - Milano. Si ringraziano inoltre per la collaborazione la dott.ssa Sofia Bonafede, Segretaria Nazionale del Gruppo di interesse specialistico della riabilitazione reumatologica Associazione Italiana Fisioterapisti - Milano; e il dott. Fabrizio Sigismondi, Responsabile dell'arto superiore del Gruppo di interesse specialistico della riabilitazione reumatologica Associazione Italiana Fisioterapisti - Firenze.


LA RIABILITAZIONE IN CORSO DI ARTRITE REUMATOIDE
a cura del dott. Marco Cazzola, Unità Operativa Medicina Riabilitativa, Azienda Ospedaliera “Ospedale di Circolo” Busto Arsizio, Presidio di Saronno

L’artrite reumatoide (AR) è una patologia infiammatoria cronica a prevalente interessamento articolare, con frequente coinvolgimento delle strutture periarticolari (tendini, guaine tendinee, borse sierose ecc) la cui prevalenza è stimata in circa l’1% della popolazione. Gli scopi della riabilitazione sono differenti in relazione allo stadio ed alla durata della malattia. Come ripetutamente raccomandato a proposito della terapia farmacologica anche l’approccio riabilitativo deve essere intrapreso il più precocemente possibile, non appena formulata la diagnosi; alcune metodiche, infatti, possono esplicare un effetto sinergico ai farmaci nel ridurre l’attività di malattia preservando la funzione dell’apparato muscolo scheletrico.[Leggi tutto il testo]


LA FISIOTERAPIA IN CORSO DI ARTRITE REUMATOIDE
a cura della dott.ssa Tiziana Nava, Referente Nazionale del gruppo di interesse specialistico della riabilitazione reumatologica, Associazione Italiana Fisioterapisti - Milano

La riabilitazione è una disciplina che costituisce parte integrante della terapia medica ed è ormai convalidata da molti anni da fonti scientifiche a livello internazionale. Tali studi indicano l’approccio fisioterapico importante nel paziente con artrite reumatoide fin nelle prime fasi di malattia. Esso, infatti, svolge un ruolo centrale non solo nella prevenzione dei danni indotti dalla malattia, ma interviene anche nella correzione delle contratture muscolari e le consequenziali dolorabilità articolari, educando la persona al riconoscimento ed al controllo di tali atteggiamenti. [Leggi tutto il testo]